Lecce: Le Grandi Fiabe

28 dicembre 2016 presso Lecce, Italy a Lecce.

tracking.php?code=RBUk1MPRgBMMYgLyAhcSj6

POLLICINO
Teatro Paisiello
28 dicembre ore 17.30
29 dicembre ore 20.30
Accademia Perduta/Romagna teatri
***
LA PICCOLA FIAMMIFERAIA
Manifatture Knos
29-30 dicembre ore 16.30 e 18.30
Cà Luogo d’Arte (Parma)

***
DIARIO DI UN BRUTTO ANATROCCOLO
Teatro Paisiello
5 gennaio ore 17.30
6 gennaio ore 20.30
Factory Compagnia/Tir danza (Lecce/Modena)
Da H.C.Andersen
***

POLLICINO
Accademia Perduta/Romagna teatri
di Marcello Chiarenza
musiche originali Beppe Turletti
con Claudio Casadio
regia Gianni Bissaca

Pollicino offre al pubblico dei bambini un’occasione per confrontarsi con il sentimento della paura. La storia di Pollicino è, infatti, una “fiaba scura”: “Come fate a dormire? Sarà la paura, ma io non ci riesco”, dice Pollicino ai fratelli maggiori.
Il protagonista della vicenda è piccolo, il più piccolo, ma la sua paura, grande, non lo annichilisce. Ciò che, al contrario, lo rende vincitore di fronte alle avversità della vita è la curiosità ed il suo coraggioso desiderio di conoscere la realtà, anche nei suoi aspetti più crudeli. E’ la curiosità che spinge Pollicino a vigilare su quanto dicono e fanno i genitori ed egli è in grado di avvertire con tempestività il pericolo e di attrezzarsi per farvi fronte. Dalla casa del padre a quella dell’Orco, attraverso il bosco si avvia al mondo, verso altri boschi ed altre case… Pollicino non fa ritorno a casa sua e non si perde: il suo viaggio continua. In compagnia dei fratelli.
Lo spettacolo viene agito da un attore-narratore che vive e racconta, al tempo stesso, la vicenda, evocandola e rapportandosi, a volte direttamente, al pubblico. Gli oggetti di scena e la scrittura dello spazio offrono un esempio di “teatro di narrazione con oggetti” assai originale ed interessante, caratteristico della riuscitissima, ed ormai storica, collaborazione fra Claudio Casadio e Marcello Chiarenza.
Dedicato a tutti i pollicini che, con leggerezza, attraversano i boschi del mondo. Anche quelli devastati dalle bombe.

Genere: Teatro d’attore e oggetti
Età consigliata: 5 – 10 anni
Durata: 1 ora
***

LA PICCOLA FIAMMIFERAIA
Cà Luogo d’arte (Parma)
testo di Marina Allegri
regia di Maurizio Bercini
con Alberto Branca – Olga Bercini, Massimiliano Grazioli, Francesca Bizzarri
musiche originali di Roberto Neulichedl
scene di Maurizio Bercini e Donatello Galloni
costruzione Cà Luogo d’arte
pitture di Serena De Gier
costumi di Patrizia Caggiati
luci di Christian Peuckert
Spettacolo di Cà Luogo d’Arte, in co-produzione con Theatre Jeune Public di Strasbourg, Theatre Nouvelle Generation di Lyon, Le Rayon Vert di Saint Valery en Caux, Laboratorio Nove di Firenze.

«Un piccolo capolavoro». Così la critica ha definito la realizzazione scenica di questa fiaba di Andersen che porta la firma inconfondibile e la cifra stilistica di Maurizio Bercini.
La piccola fiammiferaia non è un racconto semplice, come molto bene sanno gli adulti, perché costringe il lettore o lo spettatore a confrontarsi con i temi della povertà, dell’amore negato e della morte, argomenti difficili anche soltanto a nominarli.
Ma nei giochi dell’infanzia, così come in teatro, si muore e si rivive mille volte, così come la più terribile cattiveria lascia spazio in pochi secondi al più grande gesto d’amore.
E quando si è bambini è bello ridere a crepapelle quanto piangere di commozione o di rabbia. Ci sono temi importanti, eticamente rilevanti, che lo sguardo di un bambino riesce a filtrare e a porgere diversamente a un adulto. Nello spettacolo di Bercini la bambina dei fiammiferi è una marionetta. E questa scelta permette ai giovani spettatori di non identificarsi con la protagonista, ma di cogliere nel processo di straniamento sia la politica della denuncia che la poetica delle emozioni, in un confronto senza paura con quella parte dell’umana esistenza della quale i bambini sono angelicamente consapevoli, ma dalla quale troppo spesso vengono preservati con amorevole censura dagli adulti.

Genere: teatro d’attore
Durata: 60 min
Età consigliata: per tutti dai 3 anni
***

DIARIO DI UN BRUTTO ANATTROCOLO
Factory compagnia transadriatica/Tir danza (Lecce/Modena)
Da H.C.Andersen
con Ilaria Carlucci, Fabio Tinella, Luca Pastore, Francesca De Pasquale
scritto e diretto da Tonio De Nitto
collaborazione al movimento coreografico di Annamaria De Filippi
scene di Roberta Dori Puddu
costumi di Lapi Lou
musiche di Paolo Coletta
luci di Davide Arsenio

Un anatroccolo oltre Andersen che usa la fiaba come pretesto per raccontare una sorta di diario di un piccolo cigno, creduto anatroccolo, che attraversa varie tappe della vita come quelle raccontate nella storia originale, e compie un vero viaggio di formazione alla ricerca di se stesso e del proprio posto nel mondo e alla scoperta della diversità come elemento qualificante e prezioso. La nascita e il rifiuto da parte della famiglia, la scuola e il bullismo, il mondo del lavoro, l’amore che arriva inatteso, la caccia e poi la guerra come orrore inspiegabile agli occhi di chiunque, tappe di un mondo ostile, forse, ma che resterà tale solo sino a quando il nostro “anatroccolo” non sarà in grado di guardarsi negli occhi e accettarsi così come è. Non bisogna nascondere le cicatrici accumulate nella vita, perché possono e devono invece diventare il nostro tesoro. Factory, dopo una “Cenerentola” lontana dagli stereotipi, continua l’indagine sul tema della diversità/identità e dell’integrazione attraverso un linguaggio semplice ed evocativo come il teatro-danza.

Genere: Teatro e danza
Età consigliata: per tutti dai 6 anni
Durata: 50 min
***
biglietti
ingresso adulti e bambini 5,5 euro
prevendita e prenotazione telefonica 6,00 euro
vendita online 6,5 euro
Kids card (valida per 3 spettacoli) 13,5 euro
Operazione Robin Hood regala o ritira un biglietto gratuito

Punti vendita
Infopoint di Piazza Duomo
Castello Carlo V
Luoghi di spettacolo un’ora prima di ogni spettacolo.

info e prenotazioni:
340 3129308 – 340.3769613 – 328.2862885 – 3277372824 -3200119048 – 328 1025863

www.kidsfestival.it

Le Grandi Fiabe

Trova altri eventi a Lecce su Evensi!

Commenta con Facebook

Fai conoscere il tuo evento in tutto il network Evensi
Maggiori informazioni
Promuovi questo evento