Padua: Prove aperte di teatro forum per #LiberArti @Teatro Ruzante

Padua: Prove aperte di teatro forum per #LiberArti @Teatro Ruzante-img

16 marzo 2017 presso Università Degli Studi Di Padova – Teatro Ruzante a Padua.

tracking.php?code=7eJZMnTrvhqqF8hjiuU5al

L’altra grande tappa di #LiberArti è stata un viaggio collettivo nel mondo della recitazione. In questi mesi gli studenti universitari hanno partecipato al nostro laboratorio gratuito di 12 incontri, durante i quali hanno esplorato alcune tecniche utilizzate dal Teatro Liquido - teatro dell’oppresso e agli ultimi rintocchi prima del 21 marzo vi invitano ad una serata di prove aperte” di un teatro forum.

Nel corso della serata sarà presentato il risultato di questa attività di analisi e confronto sulle diverse strategie possibili per rispondere alle oppressioni quotidiane, che sono emerse dai partecipanti all’incontro in collaborazione con Libera contro le mafie.

▲ Il Teatro Forum è una forma di Teatro dell’Oppresso in cui il pubblico è stimolato ad analizzare le scene e a proporre delle soluzioni in maniera interattiva, offrendo una sorta di palestra che può portare alla costruzione di modelli di azione futura.

▲ Il Teatro dell’Oppresso è un metodo teatrale, creato dal drammaturgo brasiliano Augusto Boal, a partire dagli anni ’60, prima in Brasile ed in America Latina ed in seguito in Europa. Si ispira alla Pedagogia dell’Oppresso di Paulo Freire e propone l’utilizzo del teatro come gioco al fine di analizzare e trasformare le situazioni di conflitto, disagio, malessere, oppressione, ecc.
Il teatro dell’oppresso deve sempre portare alla costruzione di un modello di azione futura. Dall’influenza del pensiero di Freire il TdO prende l’atteggiamento non indottrinante ma maieutico: non dà risposte ma pone domande e crea contesti utili per la ricerca collettiva di soluzioni.

● CHE COS’È LIBERARTI?
È un progetto, un’idea, una scintilla: il risultato dei lavori del Presidio Silvia Ruotolo – Libera Padova, che grazie al bando per le iniziative culturali degli studenti ha scelto di dedicare i propri “100 passi” verso il 21 marzo al racconto della lotta sociale e culturale alle mafie attraverso lo strumento artistico. Come si può parlare di mafia senza mistificarla o banalizzarla? Proviamo a chiedercelo insieme!

● Ogni 21 marzo, primo giorno di primavera, Libera celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale. Dal 1996, ogni anno in una città diversa, viene letto un elenco di circa novecento nomi di vittime innocenti. Ci sono vedove, figli senza padri, madri e fratelli. Ci sono i parenti delle vittime conosciute, quelle il cui nome richiama subito un’emozione forte. E ci sono i familiari delle vittime il cui nome dice poco o nulla. Per questo motivo è un dovere civile ricordarli tutti. Per ricordarci sempre che a quei nomi e alle loro famiglie dobbiamo la dignità dell’Italia intera.

Indirizzo: riviera Tito Livio, 45, Padua
Prove aperte di teatro forum per #LiberArti @Teatro Ruzante

Trova altri eventi a Padua su Evensi!

Commenta con Facebook

Fai conoscere il tuo evento in tutto il network Evensi
Maggiori informazioni
Promuovi questo evento