Sant’Agata Bolognese: A Scena Aperta Open Day Teatri Storici

Senza categoria

10 aprile 2016 presso Teatro Comunale Ferdinando Bibiena a Sant’Agata Bolognese.

tracking.php?code=YC0Ma5noOe0vwO2O9dx84d

SANT’AGATA BOLOGNESE
Teatro Comunale Ferdinando Bibiena
via 2 agosto 1980, 114

DOMENICA 10 APRILE
apertura teatro dalle 15,30 alle 19.30

DON CHISCIOTTE DELLA BASSA
delle donne, cavalieri, amori e saltimbanchi al Bibiena

• h 16 e h 17: Visita romanzata tra mito e realtà
con ROMEO GROSSO direttore del teatro
• h 18: GIUSEPPE QUARANTA in concerto

al termine aperitivo.
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
gradita la prenotazione.
Info: tel. 051 6818942
info@teatrobibiena.it – www.teatrobibiena.it

Sono 38 i teatri storici dell’Emilia-Romagna che, dal piacentino al riminese, il 9 e 10 aprile accolgono il pubblico nell’ambito del progetto “A scena aperta” con una serie di eventi in buona parte realizzati ad hoc e extra stagione.
Intento del progetto, coordinato dall’IBC, è quello di promuovere conoscenza e valorizzazione dei teatri storici, pregevoli edifici capillarmente diffusi sul territorio.
Come più volte sottolineato, in questa regione i teatri rappresentano un patrimonio culturale, storico e artistico di notevole entità. Edifici singolari, scaturiti dalla geniale operatività di straordinarie figure di architetti e scenografi e fortemente voluti dalle comunità, sia di città capoluogo che di centri minori. Di pregio e grande fascino, sono sistemi complessi e articolati in cui architettura e tecnologia, arte e decorazione colloquiano in armoniosa sinergia affinché al loro interno possa prender vita quello straordinario evento che è lo spettacolo dal vivo.
L’adesione dei teatri storici è stata ampia, ai maggiori teatri quali il Regio e il Farnese di Parma, il Municipale di Reggio Emilia e i Teatri Comunali di Modena, Ferrara, Bologna, l’Alighieri di Ravenna e il Bonci di Cesena si affiancano alcuni ‘minori’ (ma certamente non meno preziosi), tutti con attività e proposte diversificate e di notevole interesse.
Spettacoli di prosa, lirici, musicali e di danza si avvicendano nei due giorni. Inoltre non manca la possibilità, attraverso specifiche visite guidate, di osservare da diverse angolature le sale teatrali e i palcoscenici.
Se per ovvie ragioni sono esclusi i teatri resi inagibili dal terremoto del 2012, si segnala invece la presenza nella rassegna di alcuni teatri parzialmente recuperati o in attesa di restauro, quali sono quelli di Brisighella, Gualtieri e Portomaggiore.
I teatri invitati sono stati lasciati liberi di proporre iniziative di loro interesse, chiedendo di garantire almeno un giorno di apertura al pubblico nel week end stabilito e, avendone la possibilità, coordinarsi con le locali scuole di musica, recitazione, danza ecc. per allestire spettacoli, concerti ecc. a ingresso libero
e gratuito.
Inoltre è stato loro suggerito di considerare i significativi anniversari che ricorrono nel 2016. Nel 1516 Ludovico Ariosto, uno dei massimi poeti della letteratura italiana, tra i più celebri e influenti del suo tempo, pubblica la prima edizione dell’Orlando Furioso che rappresenta una potente rottura con i canoni del tempo (l’edizione definitiva arriverà nel 1532). Ricorrono inoltre i cinquecento anni dalla morte di William Shakespeare e Miguel de Cervantes.. Con musica, rappresentazioni, letture scelte ecc. attuate nell’ottica di queste commemorazioni si contraddistingue l’offerta di un certo numero di teatri tra quelli che hanno aderito all’evento.

Indirizzo: Via 2 Agosto 1980 n. 118, Sant’Agata Bolognese
A Scena Aperta Open Day Teatri Storici

Trova altri eventi a Sant’Agata Bolognese su Evensi!

Commenta con Facebook

Fai conoscere il tuo evento in tutto il network Evensi
Maggiori informazioni
Promuovi questo evento